Google Ads

 
 
 


 

Agrigentooggi.it – Dopo la tragredia, clima di tensione a Villa Sikania

In un clima che resta di tensione, è rientrata la protesta dei migranti ospiti del centro d’accoglienza Villa Sikania di Siculiana, culminata con la morte di un ventenne dell’Eritrea, investito da un Suv, Volkswagen Touareg, condotto da un 34enne di Porto Empedocle, residente a Realmonte, arrestato per omicidio stradale e fuga dopo incidente.
Il mezzo ha travolto tre poliziotti del Reparto Mobile di Roma, poi il giovane immigrato. Per quest’ultimo non c’è stato nulla da fare.

I tre agenti sono stati trasferiti all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Due hanno riportato traumi e contusioni varie, non gravi, e giudicati guaribili in poche settimane, il terzo invece ha riportato una brutta frattura ad una gamba (tibia e perone), tanto da essere sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Questa mattina sul luogo dell’incidente qualcuno ha lasciato un mazzo di fiori bianchi.

I migranti, dopo che ieri avevano protestato per l’intero pomeriggio, con una ventina di loro che si erano anche arrampicati sul tetto della struttura d’accoglienza, sono tornati nelle loro stanze. La situazione attualmente è sotto controllo. La Prefettura e la Questura hanno intensificato ancora di più la vigilanza, con la presenza di quasi 100 uomini tra polizia di Stato, Arma dei carabinieri, Guardia di finanza ed Esercito.

L’articolo Dopo la tragredia, clima di tensione a Villa Sikania proviene da AgrigentoOggi.

Leggi l’articolo su: AgrigentoOggi



source https://siculiananotizie.wordpress.com/2020/09/04/agrigentooggi-it-dopo-la-tragredia-clima-di-tensione-a-villa-sikania/

Posta un commento

0 Commenti