Torre dell'orologio


Le ore dei Siculianesi vengono scanditi da tempo dall'orologio che ha sede nella torre dell'Orologio. Oggi sede del Consiglio Comunale, fu costruita nel XVII secolo grazie alla concessione del Barone Blasco Isfar come chiesa della Madonna del Rosario, agibile fino al 1859, poi fu abbandonata e dai suoi ruderi furono costruiti i locali della Casa del Fascio con l'odierna Torre dell'Orologio. Poi ospitò per un certo periodo all'inizio del 1900 la Pretura Circondariale che aveva sede in via Scalia.

E' situata in fondo alla Piazza Umberto I° dietro il monumento dei caduti, dove fu girato nel 1976 scene del film "Cadaveri Eccellenti" di Francesco Rosi tratto dal racconto poliziesco di Leonardo Sciascia, "Il Contesto", dove la Sicilia è l'allegoria del Sud del mondo.

La scena è tra l'ispettore Rogas e il sospettato di omicidio che "se ne stava in piazza, seduto al sole, ai piedi del monumento a quel generale Carco che un secolo avanti aveva tolta quella regione a un tiranno per darla a un altro. Si era calato su gli occhi il baschetto."
Solo che il monumento presentava una ringhiera in ferro dove conteneva un giardinetto di fiori e piante prosperose che poco avevano di ozio e desolazione, così la truppe cinematografica ha dovuto smontare il tutto, togliendo quella vegetazione e appianandola con dei sassi.

Giustamente vi sono delle distanze irriducibili tra la letteratura che significa mentre il cinema mostra.
Ma la cosa più sorprendente è stata che la realtà virtuale del film ha vinto la realtà autentica così a differenza di anni con progetto dell'architetto comunale Alletto, il giardinetto circostante al monumento dei caduti fu eliminato, lasciando così quella desolazione filmica di Sud del mondo.
di Alphonse Doria

Posta un commento

0 Commenti