Coronavirus: messaggio del Sindaco Zambito ai cittadini

 



Care concittadine e cari concittadini,
insieme ad altri Sindaci, ho denunciato un sistema sanitario in provincia di Agrigento che non consente di avere un puntuale monitoraggio della situazione relativa ai contagi del Covid 19 e di conseguenza una adeguata tracciabilità della sua evoluzione tra i familiari e le persone venute a contatto con il soggetti risultati positivi. Ciò può comportare un forte disallineamento tra i casi positivi che si registrano con il tampone antigenico e quanto ufficialmente comunicato dall’ASP.
Una carenza alla quale cerchiamo di sopperire grazie alla collaborazione dei medici di base e delle forze dell’ordine, ma non basta!
INVITO TUTTI AD ESSERE RESPONSABILI:
COLORO CHE DOVESSERO RISULTARE POSITIVI AL TEST RAPIDO O SIEROLOGICO, SONO PREGATI DI CONTATTARE SUBITO IL SOTTOSCRITTO O I MEDICI DI BASE, IN MODO DA POTER AVERE UN DATO PIU’ CERTO DEI CASI E CONSENTIRE LE AZIONI NECESSARIE PER EVITARE LA DIFFISUIONE DEL VIRUS.
E’ OPPORTUNO CHE LE PERSONE CHE HANNO AVUTO CONTATTI CON SOGGETTI RISULTATI POSITIVI, ANCHE SE NEGATIVI AL AI TEST RAPIDI, RIMANGANO IN ISOLAMENTO E PROVVEDANO A REGISTRARSI SUL SITO DELL'ASP E A RISPETTARE IL PERIODO DI QUARANTENA.
L’amministrazione ha provveduto:
- a richiedere all’ASP di Agrigento e alla Protezione Civile Regionale uno screening alle persone più esposte e più fragili;
- all’apertura dell’UFFICIO DEL CITTADINO, presso il centro sociale comunale, uno sportello per la prevenzione sanitaria e di sostegno sociale alle persone in difficoltà;
- ad acquisire ottomila mascherine che a breve verranno da distribuite alla popolazione;
- a programmare interventi di sanificazione su tutto il territorio comunale.
Ai negazionisti e a certi sprovveduti di turno che gironzolano nelle vicinanze dei bar: vi esorto a collaborare e non mettere a rischio la vita degli altri!
Se si persevera in atteggiamenti poco consoni alle indicazioni fornite, mio malgrado, sarò costretto ad emettere un’ordinanza di chiusura degli spazi pubblici adiacenti alle attività che si occupano di somministrazione di bevande.
Un ultimo appello ai genitori: troppi ragazzi e ragazze gironzolano in gruppo e senza mascherina!
La chiusura della scuola non è un liberi tutti, ma una scelta per ridurre i contagi!
Vi prego di non sottovalutare la situazione, collaboriamo tutti assumendo comportamenti responsabili:
- MANTENIAMO IL DISTANZIAMENTO SOCIALE ALMENO DI 1 MT
- INDOSSIAMO SEMPRE LA MASCHERINA
- LAVIAMOCI SPESSO LE MANI

Posta un commento

0 Commenti