Google Ads

La nuova 115 e la tangenziale di Agrigento

https://ift.tt/RTmEdWZ

L’ex vice ministro e adesso sottosegretario a Infrastrutture e Trasporti, Giancarlo Cancelleri, ha tracciato una mappa degli interventi attualmente nel cantiere dell’Anas, almeno sotto il profilo della progettazione, soffermandosi in particolare su un’opera che interessa anche la provincia agrigentina. Si tratta della tanto attesa, e già oggetto, purtroppo, di decine di annunci parolai, Gela – Castelvetrano, ovvero una parte rilevante del cosiddetto “anello autostradale siciliano”, che dalla provincia di Trapani corre attraversando la provincia agrigentina fino alla nissena, lungo la costa. E il leader del Movimento 5 Stelle ha affermato: “E’ un’opera enorme, 170 chilometri per un valore economico stimato intorno ai 6 miliardi di euro. Il Governo nazionale ha tutta la volontà di volerla realizzare. Ed è necessario quindi incontrarsi, per ragionare, in presenza di tutte le parti interessate, per dibattere su ogni possibile e migliore soluzione al fine di operare al meglio e nel minor tempo possibile. L’auspicio è un confronto che permetterà a tutti, tra amministratori comunali, comunità, imprenditori e associazioni, di esprimere un’idea, affinchè si possa snellire l’iter per poi disinnescare eventuali contenziosi”. E poi, più nell’ambito tecnico, Cancelleri ha aggiunto: “Partiremo, nella realizzazione dell’infrastruttura, dalle due estremità laterali della strada principale, la tangenziale di Gela da un lato e la Castelvetrano – Sciacca dall’altro, per poi lavorare anche sulla tangenziale di Agrigento per la quale, in sinergia con la Regione, abbiamo completato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per un valore di circa 14 milioni di euro”. E l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Marco Falcone, conferma: “La nuova tangenziale di Agrigento è il primo tassello del più ampio e atteso ammodernamento dell’itinerario stradale Gela-Castelvetrano. La Regione è pronta a fare la propria parte, sia dal punto finanziario che da quello tecnico-progettuale, per consegnare all’Agrigentino una svolta infrastrutturale che avrà benefici per tutta l’Isola: il completamento dell’anello autostradale della Sicilia. Della tangenziale di Agrigento – aggiunge Falcone – si discute da anni come soluzione al traffico congestionato lungo la strada statale sud-occidentale sicula. L’opera sarà una variante che si snoderà sui territori di Agrigento, Porto Empedocle, Realmonte, Siculiana e Montallegro. E che meglio smisterà i traffici che convergono sul nodo stradale del capoluogo. Sul tavolo abbiamo tre differenti opzioni per il tracciato. La decisione finale – conclude Falcone – giungerà al termine del necessario confronto politico e tecnico, un passaggio che riteniamo intelligente e utile a rimanere ancorati alle aspettative di cittadini e portatori di interesse di Agrigento e provincia”.


Originally posted here: https://ift.tt/UVtmLzv

Posta un commento

0 Commenti